Febbraio 2007

Stai visualizzando l'archivio mensile di Febbraio 2007.

Facce da OSCAR


Ma che sagome che son….
Riferimenti: giorgi alla casina coi mostri

Tags: ,


Chi di noi, da che mondo e mondo vegeta su questa terra, non si ritrova almeno una volta al giorno seduto attorno ad un tavolo: un tavolo di un ristorante, un tavolino del bar, una mensa domestica, un tavolo da gioco, un bancone per un aperitivo, una mega-scrivania da riunione?

tavoli tavoli tavoli tavoli

In quanti bisogna essere per passare una bella mezz’ora, un quarto d’ora, tre ore o anche di più?

Io ho la mia teoria: perchè alla fin fine il numero condiziona la riuscita della serata così disposti, e permette ad ognuno di prendere la parola, evitando che qualcuno troppo timido si nasconda, e qualcuno troppo esuberante prenda il sopravvento.

Tavolo da cena a lume di candela, ristorante o localino francese.
Numero base: Due, ottimo.
Ci si guarda negli occhi. Si mangia senza fretta. Si può parlare di tutto.
La coppia può essere di amici o di fidanzatini.

Numero massimo: quattro (doppio tête à tête). Si può conversare di tutto, ognuno può prendere la parola e discorrere guardando negli occhi gli altri commensali senza imbarazzi, senza bisogno di sollevare il tono della voce, senza essere interrorrotto e senza che le voci si sovrappongano, a meno che non vi sia una sfida aperta o una diatriba in corso tra le parti. Solitamente gli uomini fanno coalizione, mentre le signorine devono limitare il numero di frecciatine indirizzate a raffica sull’altro esemplare dello stesso sesso, e le occhiatine amorose al proprio partner (compresi i bacini volanti con la pastasciutta fra i denti).

Tavolino del bar:
Numero base: TRE, ma anche in tre si è già in troppi.
Si beve, si fuma, ci si perde in conversazioni leggere, si “svisano” le persone che ti stanno intorno. Una o due persone in più non reggerebbero. In cinque si disperdono le idee, non si riesce a concentrarsi.
Il terzetto al tavolino, sia di pomeriggio, sia in versione notturna è sempre vincente.

Tavolata in pizzeria.
Un disastro!!
Numero base: non pervenuto.
E’ chiaro che ci si limita a chiacchierare con il vicino o con chi ti sta di fronte. Salvo il momento della goliardata dei canti collettivi a fine serata, poichè è un classico che una volta avvinazzati, si viene assaliti dalla sbronza allegra: allora si che si sta tutti insieme.
Anche qui c’è sempre qualcuno più egocentrico che riesce ad attirare tutte le attenzioni su di sè, e gli altri, in ombra, possono subito criticare il malcapitato.
I più esuberanti posono essere molto amati, ma anche molto odiati.

Alla mega scrivania da riunione, il problema non si pone, perchè (salvo in Parlamento, in cui neanche il segretario d’occasione riesce a placare la Camera nel momento in cui cade un Governo) c’è una gerarchia di partenza salva-tutto e tutti.
E comunque solitamente non si è lì per mangiare o bere.

Ch ne dite?
Riferimenti: giorgi alla casina coi mostri

Tags: , , , ,

Successone…


Per il momento, a quanto pare, la mostra “Sono arrivati i Mostri!” nella versione romana della Casina di Raffaello, Villa Borghese sta avendo un successone.

Oggi questa radio mi ha intervistata.

Che dire?

Non aggiungo altro. Dovete assolutamente farci un salto. IO sarò a Roma, se tutto va bene, per il 10-11 marzo per la festa di compleanno della Ludoteca del Comune di Roma.
Riferimenti: giorgi a Roma coi mostri

Tags:

Irrefrenabile… (secondo tentativo)


MERDA!!!! (spero questa volta la pubblicazione vada a buon fine, visto che si è cancellato il vecchio post e ho quasi perso il filo del discorso!)


Irrefrenabile bisogno di farsi notare.

Diversamente irrefren-abilmente abili!

CI SONO MILLE MODI PER FARSI NOTARE.
Uno è il più efficace: essere se stessi.

Io sono sempre me stessa.
Non ho bisogno di eccedere. Eppure “chi” mi conosce sa che io ho un terribile bisogno di essere notata, di esibirmi; ogni giorno (mi ci dedico in ogni istante della mia giornata) come il girasole, ambisco e tendo alla luce del riflettore.

Non ho bisogno di bereberebere, sollevare il tono della voce, dimenarmi fra la folla, barcollare, rovesciarmi sull’asfalto in attesa che qualcuno accorra in mio soccorso perchè qualcuno si accorga di me.
Così, cari miei, è troppo facile.

Rinuncio all’accumulo di orpelli e di esibizionismi…
Voglio essere sobria e lucida fino in fondo.

La sobrietà non è sacrificio, rinuncia.. È la capacità di scegliere ciò che serve (anche da un punto di vista estetico) e ciò che invece non solo è inutile, ma spesso ingombrante e fastidioso.

Voglio essere sobria e lucida fino in fondo.
Assumere le mie responsabilità.
Molti per emergere dalla folla rinunciarno a se stessi, alla loro coscienza, io voglio essere cosciente, ma non coscienziosa nè di sani principi. Non mi piacciono i moralismi, nè l’austerità. Attenzione!

Bisogna meritarsi i riflettori.

Voglio essere sobria e lucida fino in fondo.

….poi ne riparliamo…..
CHI L’HA DURA LA VINCE!

—————————————————————
Appendice semi-seria: farsi notare sul web.

Elogio e/o sul fenomeno Myspace

A proposito di sobriety: troverai…

- zozzeria, violenza, violenza carnale, noia, incoraggiamento all’uso di droga, sesso con animali, voyeurismo, telecamere nascoste in cessi/camere da letto/spogliatoi, coprofagia (gente che mangia merda insomma), foto di che guevara, foto con che guevara, necrofilia e/o roba schifosa ecc.

- comunismo, sionismo, nazismo, monarchismo (?), razzismo, sessismo, messaggi no-global, puttanate sociologiche, promozione di religioni, ultracattolicismo, ultraislamismo, cazzate varie peace and love generiche, ecc.

- messaggi impliciti o espliciti di promozione della censura, della persecuzione, pro-aborto, anti-aborto, regole fatte da gente che non vuole farsi i cazzi suoi ecc.

- foto di strani personaggi bianchi/neri/asiatici che impugnano pistole/coltelli/fucili/spranghe/il loro pisello/il pisello dell’amico, ecc.

- tipi che fanno o vogliono irrefrenabilmente ed in ogni occasione far vedere il loro pisello/culo, tipe che fanno o vogliono irrefrenabilmente ed in ogni occasione far vedere la loro fica/tette/culo, ecc.

- foto di gente che tratta cani/cuccioli e/o gatti/gattini meglio degli esseri umani, gente che tortura cani/cuccioli e/o gatti/gattini e vuole assolutamente farcelo sapere, ecc.

- gente che vende auto usate, servizi web, servizi della sorella, servizi della madre, ecc.

- pubblicita’ per livecam, video porno, video giochi, video di gente che inserisce parti di se stessa e/o oggetti grandi/piccoli dentro altra gente, foto di parti del corpo di persone apparentemente famose, ecc.

- generica mancanza di gusto e di creativita’.

Riferimenti: giorgimostriallaCasina

Tags: , ,

Sushi per principianti… come me.


Ieri sera, all’Arcivernice c’è stata l’inaugurazione di una mostra interessante della pittrice finlandese Tiina Malinen (di Helsinki, come gli Architecture…) intitolata “Tu non puoi comprare il tramonto”.

Io ci ho fatto un salto, perchè era da tanto che non incontravo un pò di gente che bazzica alle inaugurazioni e desideravo fare una chiacchieratina.
A fine serata, dopo un aperitivo a base di Apfel e Sambuca al caffè, si decide di seguire la cricca diretta in un locale dove si mangia SUSHI.

Io volevo troppo andarci.
Ma solo un’altra volta avevo mangiato sushi, cucinato da Enrico B. nell’appartamento di Valentino, nel corso di una indimenticabile serata senza padrone di casa.

Che dire, sto Wasabi è veramente indigesto. Comunque bacchette alla mano, mi sono fatta una scorpacciata di pesce semi-crudo Sashimi e rotolini di riso con alga.
Solo che sono proprio imbranata.

(Per parlare d’altro… voglio assolutamente comprare la macchina fotografica prima della festa alla Casina per la mostra dei mostri)

Riferimenti: giorgi alla casina coi mostri

Tags: , ,

Svelato l’arcano!


Vengo coinvolta “inaspettatamente” dalla Casina di Raffaello (Villa Borghese, Roma) ad allestire la mostra dei mostri a ROMA.
Cose da pazzi!

Si inaugura il 20 febbraio, martedì mattina per l’esattezza.
Io spero vivamente di poter esser lì… per godermi lo spettacolo.

;)
Riferimenti: Casina di Raffaello

Tags: ,


Inspiro, espiro, ASPIRO.
Ma che avete capito, mica il FUMO, no no…
ASPIRO… Aspiro… a-s-p-i-r-o!

Parlo di “aspirazioni”. Sisisi obiettivi.
Che meraviglia, i sogni allietano la vita e io non la smetto mai di sognare.
Quale è il meccanismo che induce l’uomo ad aspirare a “qualcosa” di meglio, sempre meglio nel corso della propria vita?

Ma cosa è il MEGLIO, esiste? MAH.. confesso che le occasioni fioccano e io sono entusiasta!

Domani mi sveglio con le galline.
Parto con il mio papà alla volta di ROMA.
Si, si… con l’aereo delle 6.30.
Come mai??
Si tratta di un sopralluogo…
Vi spiego meglio appena torno… ma ci sono divertentissime novità, anzi novità MOSTRUOSE…..

wow!!!

Riferimenti: alla CASINA DI RAFFAELLO

Tags: