Agosto 2006

Stai visualizzando l'archivio mensile di Agosto 2006.

I sogni non son desideri


I sogni son desideri
di felicità.
Nel sonno non hai pensieri
Ti esprimi con sincerità.
Se hai fede chissà che un giorno
La sorte non ti arriderà.
Tu sogna e spera fermamente
Dimentica il presente
E il sogno realtà diverrà

Riferimenti: giorgisob

Tags: ,

Why?


A volte non si conosce veramente il perchè di certe cose.
Perchè si prenda una via piuttosto che un’altra.

Perchè si sceglie.
Perchè si sceglie ciò che ci sembra più opportuno.
Perchè il cielo è blu?

Perchè le cose sembrano, a volte, prendere una brutta piega.
Diventa sempre più pericoloso, perchè inaspettato, ciò che il futuro ci riserva.
Sono legata al passato più di quanto possa rendermene conto io stessa.
Apro gli occhi. Tutto è cambiato.
Riferimenti: giorgi

Stelle che cadono o cadenti


Ma guarda un pò cosa scrivevo l’anno scorso.
FATALITA’.

Cercavo disperatamente stelle cadenti nel cielo che potessero esaudire un mio grandissimo desiderio:

Lavoro che mi permetta di andare a vivere sola.

EUREKA!
Il lavoro l’ho pure trovato… e pure dignitosissimo…
E’ lo stesso che preferirei, a volte, non aver trovato ma che mi premette una vita agiata, non comodissima, ma agiata.

Dunque che devo fare?

1) Smettere di lamentarmi
2) Aspettare la stella cadente antidoto che annulli la realizzazione del precedente desiderio
3) Convincermi che la vita va così, che si deve lavorare sodo, che niente ti vien regalato ma che bisogna guadagnarsi “da vivere” e la pagnotta seppure si vive poco, visto il poco tempo libero e si mangia molto pane per dimenticare (con un conseguente aumento di peso specifico)?
4) Rasserenarsi o rassegnarsi
5) Cercare di chiudere il cerchio, il lavoro l’hai trovato ora manca solo l’andare soli soli per la propria strada?

Vediamo cosa succederà la notte de 10 agosto.
Riferimenti: giorgi a Santu Lussurgiu Isola del Teatro

Tags: , ,


Se posto oggi è perchè oggi non ci sono posti dove andare.
Ieri ce n’era uno. Uno cui sarei voluta andare.
E questo è il posto dove Bakis avrebbe festeggiato il suo compli-anno.
Ma mica l’ho poi scoperto dove…

Cioè, ieri accade quanto segue:

Torno a casa di pomeriggio, per cambiarmi e mettere in carica il cellulino. Mi preparo, esco per andare a trovare la mia amichetta SARA, che ha un nuovo negozietto di gioielli fatti a mano che si chiama KARABA’, e si trova in Via Oristano 58 a CAGLIARI (andateci mi raccomando!!).
Così presa dalla foga di uscire – che a casa non ci voglio stare mai – abbandono, senza volerlo, il mio telefono sul mobile di cucina, incatenato alla presa.

OH NOOOOOOOOO!

Ma ci si può dirigere in qualsivoglia posto senza telefono, quando aspetti una chiamata per sapere in che posto devi andare dopo???
Non saprai mai quale sarà questo posto perchè nessuno riuscirà a rintracciarti.
(Ma quando non esistevano i cellulari come si faceva?? booo.. ARCANO, MISTERO).
Ad ogni modo, solo quando rientro a casa stanca morta a notte fonda trovo una chiamata senza risposta e alcuni messaggi – di uno che pensa che le donne sono furbe furbe – che così ri-suonano:

“Guarda che non hai scampo! Ci ho la carta zero di vodafone. Se non mi rispondi ti mando messaggi fisso con scritto no no si si”

e poi di seguito


“…ho parlato con tua mamma. Sei una pakkista. Bakis si è molto dispiaciuto. Anche io. Mò non lo so nemmeno cosa devi fare per farti perdonare”

Ma che cavolo! Non poteva essere che tutto questo si rimandava ad oggi, che non dimenticavo il cellulare e avevo un posto dove andare???

(insomma nel frattempo ho trovato un posto – giusto per stasera che nei prossimi giorni sarà un bel casino – ma avevo già deciso di postare tutto questo così qualcuno che non ha un posto dove andare stasera legge giorgi e va a letto più sereno)

Riferimenti: giorgimpegnaterrima

Tags: , , ,

Teoria annunciata


Come promesso ‘sto pomeriggio… arriva a tarda sera la teoria del Super Attak, che altro non è che un’appendice del “saratoga silicone sigillante“.
Si, amici, forse ancora non l’avete considerato ma c’è un nesso tra il super attack, il collirio, la “visione della figa da vicino” e il SARA-TOGA.

Di “togo” in fondo non c’è niente.
Esiste un “MA” e un “SARA’”.

Forse un però.

Ma ancora ci sono mille e mille cose che ancora non sappiamo.
Il super attak (ossia l’attacco – A VOLTE ISTERICO – super che si impossessa di te quando meno te lo aspetti) assume sembianze sempre diverse, ma la sostanza è sempre la stessa.

Si insinua, liquido com’è, e poi si asciuga. Non te ne liberi più.
Ha IL POTERE di incollarti a qualsiasi superficie. Corporea e incorporea.
Tu non vuoi che questo accada. Ne sei certo, non vuoi.
Eppure basta una goccia. E sei fottuto.

Cosa hanno in comune il super attack e il silicone sigillante SARATOGA??

Niente. Sostanzialmente niente. Si presentano entrambi in forma liquida, certo.
Solo che uno attacca e l’altro sigilla. Dall’attaccamento al sigillo la via è breve.
Prima ti attacchi, poi ti sigilli.

Io no voglio più attaccarmi, nè, di conseguenza, sigillarmi.
Conoscete l’antidoto???


VI PREGO AIUTATEMI.

tutto come un anno fa
Riferimenti: articolo su giorgi sulla rivista andersen

Tags: ,


A breve,

sebbene in preda ai fumi di un afosissimo pomeriggio di inizio agosto sia mooolto difficile formulare una nuova dottrina (alias concezione, pensiero, precetto), sebbene io odi l’estate (1, 2, 3, 4, 5, 6)

una nuova GIORGI’s Theory sull’attaccamento alle cose, persone, animali e piante da giardino.
Riferimenti: giorgifine vacanze

Tags: , , , , ,