Settembre 2005

Stai visualizzando l'archivio mensile di Settembre 2005.

AAAARRRGGGHHHHHH!


Telefono che squilla alle otto meno cinque mentre sogno ancora di correre libera come una pecoreeeeella sui prati:

PRONTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO?????

INCUBO d’Aspro
chi altri…

correggere correggere correggere

correggere correggere correggere

correggere correggere correggere

correggere correggere correggere

Ascolto curiosamente ‘sti MARTA SUI TUBI

oh,
lo dicono pure loro che C’é gente che deve dormire

Mi piace: SEI DICEMBRE

Io ho leccato gli occhi a qualcuno, voi?

Riferimenti: segnalazione (p)neumatica

Tags:

Sempre a lamentarti… dice Valentino


Come non sopporto quando devo ritornare su cose già fatte, quando sei certo che tutto è terminato, compilato per benino e già consegnato all?ufficio competente o al destinatario e non è più affare tuo. Che si arrangino!
Avevi già tirato un sospiro di sollievo l?ultima volta quando ti era stato detto che i tempi di consegna erano strettissimi e ti affrettavi ad ultimare i dettagli finali. E ce l?hai fatta, hai consegnato.
E invece no! Macchè finito tutto, magari…
Che nervi!

Proprio quando meno te l?aspetti ti arriva come un ?maccherone dal cielo?, come un incudine sulla testa, come una freccia che ritorna sempre in culo a chi la tira. Insomma quando pensi ormai ad altro, che i tempi passati non tornano più, per fortuna, che il telefono quando squillerà non trasmetterà più paroline-incubo che ti hanno tormentato per qualche mese. Non ne hai voglia e lo devi fare.
E? come dover spiegare ad un pivello, cui hai detto ?ho bisogno di un po? di tempo per pensare? qualche settimana fa, che invece lo stai lasciando sul serio, che non ti piace più, che, insomma, ti ha stufata, ma non hai voglia o il coraggio di dirglielo in faccia. E invece lui vuole sentirselo dire, con tutte le conseguenze che ne derivano: vero masochismo!

L?”incubo D?Aspro”, l?abbiamo soprannominato io e il mio collega. Spero che nessun parente di tale illustre scultore monregalese, sardo d?adozione, legga questo post, perché potrei anche essere querelata! È che ci perseguita.
Ma la colpa non è di questo scultore scomparso nel 1995. La colpa è di chi so io, che pensa io non abbia altro da fare. Mannaggia a quando ho detto di si, che accettavo l’incarico. E che incarico!!

La scadenza della consegna di tutto il lavoro di expertise-schedatura doveva già essere ormai un capitolo chiuso da luglio. E invece qualcosa è andato storto. Come sempre, beh, non può andarmi sempre tutto bene.
Inoltre non posso permettermi errori: e no, altrimenti chissà quale anatema potrebbe scendere su di me. Altro che incudine allora…
FULMINI E SAETTE!

Per cosa poi…

Insomma non faccio altro che lamentarmi pubblicamente.

Perdono.
Riferimenti: segnalazione musicale by me

Tags: , , ,

Generazione BOH BOH


Ho trascritto pari pari il titolo di un articolo uscito sull?ultimo numero de ?LA REPUBBLICA DELLE DONNE?, una dei quelle riviste patinate che escono il sabato coi quotidiani italiani più illustri (l?altro è ?IO DONNA?, femminile del Corriere della Sera). A me queste riviste piacciono troppo, anche se i contenuti spesso sono in continuo riciclo; soprattutto li compro per attingerne spunti interessanti o citazioni da adattare ai miei disegni o per i ritagli dei miei collage. Le foto sono sempre molto belle; pure la carta non è da schifo, anzi.

Comunque, il ?pezzo? in questione ?mi tocca?, seppure io non sia una ?precaria di lusso?, ma solo una ?creativa? molto fra virgolette.
Mentre ?calza a pennello? a diverse persone che conosco?

?Quando gli domandi come fanno a vivere, la risposta è BOH. Sono i precari di lusso, spesso fanno un lavoro creativo. E a mantenerli ci pensano mamma e papà. La transizione in atto genera insicurezze e ispira ansia anche tra le persone equilibrate perché il cambiamento del lavoro è profondo, rapido e sembra avviato verso lidi ieri impensabili (?). Si tratta della categoria del precariato di lusso. L?identikit è meno banale di quello che si immagina. Non si tratta di lavoratori a tempo determinato e discontinuo, ma a reddito alto. Il lusso, poi, è l?appartenenza a famiglie benestanti, che coprono i difetti di bilancio. Pare che la domanda più tipica fra trentenni precari di lusso non sia ?quanto guadagni?, ma ?quanto ti danno i tuoi? (?)

Chiaro è che tutto fila liscio finché i tuoi sono vivi. E poi? Che succede? Ti limiti ad ereditare il patrimonio?
BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOH!!!!
Riferimenti: gio consigli musicali in uscita…

Tags:


Se pensate che sia guarita, vi sbagliate: primo errore!

Non sono mai stata allo stadio!

Perché qui si incorre nel solito errore degli articoli determinativi?
Si suole usare GLI per il femminile e LE al maschile.
Io a Bruno le ho detto? che all?acqua gli metto fuoco!
Ma è assurdo!
Hai chiamato Lory? No gli ho mandato un messaggio!!

Non so nuotare!
Domani, alla fine, non andrò a matrimonio.

Fra dieci giorni a quest?ora, molto probabilmente, saremo ancora in fase di trasloco.
SOB!!
Riferimenti: gio

Tags: , , , ,

Raffreddada come non mai?


Si, raffreddada, gola in fiamme, vebbricciaddola?
Che palle quadrate!
Ieri ho dormito tutto il giorno. Mai successo.
Uffa, stasera dovrei andare ad una cenetta, ma mi sa mi sa che mi toccherà resistere e stare rinchiusa un?altra sera.

Odio stare rinchiusa in casa.
Riferimenti: gio

Tags: ,


È vero, non lo faccio quasi mai di scrivere dopo aver passato la serata fuori.
Ma stasera non posso proprio resistere; rimandare a domani sarebbe un errore, senz?altro moltissimi dettagli impressi sul mio hard-disk-mentale potrebbero venire meno. E invece voglio ricordarmi di tutto, cosicché possa EVITARE altre esperienze simili, o emularle. Potrei anche impazzire, certo, e chi lo sa.

Ecco di che si tratta: stasera sono stata all??ADDIO AL NUBILATO? di una mia amichetta-ex-collega dell?università. Una ?in gamba?, molto carina (stile Cameron Diaz), chiacchierona, energica, studiosa ma con un solo piccolo difetto: il pallino del matrimonio.
Non so da quanto attendesse questo momento; da quando la conosco (circa otto anni) l?argomento è venuto fuori migliaia di volte, non vedo l?ora di qua, non vedo l?ora di là, e quando il matrimonio non era il suo senz?altro si trattava di quello di una delle sue amiche, cui era talvolta la testimone o semplicemente la convitata. Finalmente quel giorno arriva sabato prossimo e dovrò anche cantare, questa promessa l?avevo già fatta da un sacco.

Per farla breve, avevo piacere di passare questa serata con lei, ma insieme a lei mi sono ritrovata al tavolo con ?quasi tutte quelle sue amiche che si sono sposate in tutti questi anni sino ad oggi?. Una caterva di ex-signorine? tutte insieme, costipate in un’unica serata, a ridere-ridere-ridere.

LORO.

Non si è trattato di una cenetta in barca a vela o di un party con strip-tease, bensì di una pizzata in uno dei locali ?della domenica? (che veramente mi ero dimenticata esistessero) con ? ciliegina sulla torta- BALLI DI GRUPPO dopo le 23.00, hey, hey, hey, direbbe Fonzie, se-ra-to-na!!!!!
Che volete che vi dica, sarò io SNOB!

Ora, so che non mi troverete simpatica e di non essere giusta nei confronti di L., la quale per altro è una interessante, ma dire che mi sono fatta DUE COGLIONI è poco.
Si, due coglioni. Tutte galline. Oh, non ho pigolato con nessuna. Nessun COCCODE?. Eppure sono una ?estroversa e socievole?. Niente. Continuavo a guardarmi intorno pensando a quale argomento provare a tirar fuori dal mio repertorio, ma cosa poteva legarmi a quella comitiva di mogliettine fresche fresche?? Non si tratta di allergia alle sposine, non fraintendetemi.
Solo che tutti quei tacchetti, tutti quei vestiti rosa, tutti quei completini sexy contro le mie topoline basse basse, i miei pantaloni alla zuava, la mia borsina colorata, avevano la meglio! Mi sono sentita schiacciata.

L. era a mille, non faceva che ripetere quanto fosse bello sposarsi ogni volta che apriva un pacchetto e sfilava l?ennesimo perizoma rosa confetto, e io un po? la invidiavo perchè era visibilmente in ludibrio, appagata per così poco.
Lei non ha mangiato niente, talmente era agitata e raggiante.
Io ho mangiato tutto!!!!
Che dire, sarò io ?la strana?, quella che pensa che la felicità sia altro e altrove?

Tuttavia potrei anche impazzire: se così fosse non voglio neanche una femmina al mio tavolo per l?addio al nubilato.
Solo maski!
Almeno ci si diverte…

Riferimenti: gioacidella

Tags: , , , , ,


Trascuro, trascuro, trascuro.
Quod scripsi, scripsi.

Trascuro tutto: mi trascuro, trascuro la posta, trascuro il blog, trascuro lo studio, trascuro gli impegni che prendo e quelli che prendo ma non vorrei prendere (che poi sono obbligata a portare avanti).
…e tutto perchè non si chiude neanche una porta, o meglio a volte si chiude una porta e si apre un portone! Una voragine di cose da fare (che voglio fare) che non portano da nessuna parte.
Si, cioè tutti mi vogliono ma nessuno mi prende.

…e io resto con un pugno di mosche e la posta intasata di messaggi da cancellare.

Cuivis homini est errare, nullius nisi insipientis est perseverare in errore
Riferimenti: giorgi

Tags: , , , , ,


Nascite esibite.
Sale parto come veri e propri palcoscenici cui tutti possono assistere.
Così il parto diventa un salotto: niente più futuri papini che trepidanti fumano fumano in sala d?aspetto, nonni, parenti, amici, tutti lì fuori dal TUNNEL ad aspettare l?emissione del nascituro. Ebbene si, pare che ormai sia possibile assistere al parto DE VISU.
Oioioi.
Già una soffre come una dannata, diciamo non proprio pettinata, anzi alquanto scarmigliata o ?SCRABIONARA? che dir si voglia, in più con tutte le proprie cose di fuori? sbraitando e imprecando che tutto finisca presto?

Insomma. Ma vi pare possibile?
Voi vorreste davvero avere le telecamere alla scadenza del vostro nono mese?
Io spero di non arrivare a tale fatidico giorno troppo presto, tuttavia non permetterei a nessuno di stare lì di fronte a vedermi patire e tribolare per un topino-pargoletto che non vede l?ora di uscire per andare a zonzo in questo mondo infame. Ma non te ne puoi stare lì dentro un altro pò?????

Stasera penso a queste cose non perché, come mi suggeriscono diversi amici, abbia deciso di fare un figlietto – lungi da me? (capito Valentino???) – ma perché mia mamma di là chiacchiera con una ostetrica. No, non deve partorire neanche lei; si fanno quattro chiacchiere.
E come al solito LEI (mia mamma) racconta il modo in cui sono nata.

La piccola Giorgi, nel lontano dicembre del 1973, girandosi all?ultimo momento senza preavviso in occasione dei suoi natali, anziché mostrare al mondo il suo visino – o i suoi piedini ? mostrò il culetto. E sì. Un bel parto podalico da: RINUNCIO RINUNCIO!!!!! NON LO VOGLIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!! senza cesareo e con suture finali “da URLO” appunto!

Ogni volta devo sentire questa storia.
E secondo voi io devo fare la stessa fine??? No, no!!!

In era di voyeurismo se proprio volete venire a vedere come faccio colazione, disegno, faccio la doccia, o anche, ve lo concedo, la pipì, sia pure. Ma niente PARTY, per favore, in SALA PARTO.

Riferimenti: giorgi

Tags: , , , ,

Avete presente….


… quando siete costretti a fare certi controllini … la coprocultura ad esempio… cioè proprio cultura non è…
Insomma non è proprio un bell’argomento per un blog di una signorina…
però la faccio anche io come tutti… si cioè… anche io vengo dal PAESE DELLA CACCA

In sostanza l’argomento di oggi riguarda quell’esamino che consiste nell?analisi in laboratorio di un campione di feci raccolto dal paziente… Il prelievo può benissimo essere fatto a casa; l?importante è che le feci vengano raccolte in un contenitore apposito e che questo sia pulito.

Ecco, no, non mi tocca il nauseabondo esamino tipo domani mattina e non so come fare… ho gli incubi… e se non ho voglia di farla etc etc…
No, siccome da poco al solito tavolino serale si raccontavano aneddoti riguardanti le stranezze della gente…
L?esecuzione della Coprocultura e del Tampone è obbligatoria per le seguenti categorie:

Pasticceri
Gelatai
Cuochi e Gastronomi
Casari
Baristi con preparazioni (Panini, tramezzini, pasti veloci, etc …)
Studenti scuola alberghiera del II anno e successivi con indirizzo cuoco
Settore ittico con preparazioni gastronomiche cotte
Macellerie con preparazioni gastronomiche cotte

Loro si che se ne intendono… mmmmm

Intanto che invidia!!! potere essere dall’altra parte ad aprire tutti quei barattolini con su scritto tutti quei nomi di chef… c’è pure chi lo riempie sino all’orlo…
Leggende metropolitane raccontano di mostri informi trabboccanti…

ma forse non sanno che c’è la stecchetta apposita??
…………………………

voi? che mi dite?

Riferimenti: giorgi

Tags: ,

Come…


…non ho fatto niente?

Io ho rassettato il letto!!!!

I WANNA KILL SOMEONE

aSSSSSSSSSSOLUTAMENTE DA GUARDARE: AMAMI SE HAI CORAGGIO.
Riferimenti: giorgissima

Tags:

« Precedenti